Formazione

Segnatevi questa data : Sabato 10 Novembre presso palestra Playoff Firenze , prima sessione del corso di PERSONAL TRAINER DI PRIMO LIVELLO , 3 SESSIONI FORMATIVE curate dal ns centro di QUALIFICAZIONE REGIONALE MSP TOSCANA …
Il progetto integrato con il personale del CENTRO PLAYOFF, prevede una serie di attivita’didattiche finalizzate a formare Personale Qualificato, e/o a riqualificare le figure di riferimento
Possibilità di dilazionare le quote di partecipazione in 2/3 tranche .
Termine iscrizione : 9 novembre 2018
Contattate i numeri presenti nella locandina per ogni tipo di chiarimento e informazione .
Vi aspettiamo .

Il corso è rivolto a tutti coloro che vogliono avvicinarsi per la prima volta, o già ne fanno parte, al mondo dell’insegnamento e vogliono diventare preparatore di attività relative al benessere psico-fisico nell’ambito del mondo del fitness. Si rivolge, inoltre, a coloro che desiderano apprendere un sistema ed approfondire la didattica e la metodologia di una specifica attività per farne di questa uno sbocco lavorativo futuro. È rivolto, infine, a coloro che necessitano di competenze ancora più specifiche nel settore del fitness e vogliono allargare e migliorare la propria educazione e conoscenza, crescendo ulteriormente la propria professionalità. Le possibilità d’inserimento in ambito lavorativo sono molteplici, i nostri corsi, fondamentalmente, preparano professionisti in grado di lavorare in modo indipendente o in forma associativa o dipendente presso palestre, centri fitness, strutture alberghiere, villaggi turistici, associazioni, società ed enti sportivi.

Per info contattare:

formazione@msptoscana.it

Fabio Pientini – Cell. 320 0770928 

Matteo Giusti – Cell. 333 5687813

Documenti & Modulistica:

Programma del Corso Corso Istruttore Body Building e Fitness – (1° livello)

Curriculum Docente Corso: Prof. Alberto Beconcini

Domanda Iscrizione Corsi di Formazione

Pagamento:

Oppure:

B/B intestato a MSP su Banca Prossima: IT04L0335901600100000076934

Screenshot 2014-08-08 16.49.32


I nostri principi

Il Centro di Formazione di MSP Toscana sviluppa una reale e concreta rete di operatori attraverso corsi di formazione qualificati, volti a creare figure altamente preparate e comunicative, esperte e capaci nel settore, da inserire nel mondo del lavoro o del tempo libero. I corsi trattano gli argomenti in modo attento e preciso ed offrono una preparazione completa ai propri iscritti, dando loro le giuste credenziali e i fondamentali strumenti per interagire con l’altro, attraverso metodologie innovative ed interessanti, volte a creare nel fruitore una profonda motivazione, un’attenta cura e una reale professionalità nell’attività che andranno ad intraprendere, promuovendo, inoltre, l’inserimento degli stessi in realtà già affermate. In generale la formazione che i nostri corsi offrono, dunque, si pone l’obiettivo di creare operatori che siano in grado di tutelare, soddisfare e motivare gli interessi e gli aspetti fisici e mentali dei propri assistiti, sviluppando un’attenta conoscenza della persona come punto focale per migliorare il proprio benessere.

Per info, date e costi:

Fabio Pientini – Cell. 320 0770928 – presidente@msptoscana.it

Modulistica:

Domanda Iscrizione ai Corsi di Formazione

Arriva in Toscana dopo il grande successo che sta riscuotendo in tutta Italia il Padel, e per l’esordio nella provincia di Prato il Circolo Tennis Valbisenzio di Vaiano dove il 21-22 Gennaio si terrà un corso propedeutico per formare dirigenti e tecnici per la gestione di club e l’organizzazione di tornei. Il Comitato Provinciale di Prato è felice di ospitare nella propria provincia il Responsabile Nazionale del Padel MSP Italia e i suoi collaboratori e presentare alla propria realtà, in esclusiva questa straordinaria novità.

Programma e brochure del Clinic

Cos’è il Padel e qual’è la sua Storia

Nel 1969 il messicano Enrique Corcuera, volendo costruire un campo di paddle tennis in casa sua ed essendoci dei muri proprio a ridosso dello spazio disponibile per tracciare il campo, concepì l’idea di considerare i muri come parte integrante del campo di gioco stesso. Corcuera poi regolamentò il nuovo gioco e lo chiamò padel.

Poche regole ma importanti caratterizzano questa varietà dal paddle tennis: la più originale è quella in cui i muri delimitanti il fondocampo fanno parte dell’area di gioco quindi se la palla rimbalza su tali muri può esser respinta con la racchetta. Per la regola che contempla i muri validi quando rimbalza la palla, questa specialità è simile alla Court paume o real tennis o court tennis. Nei tornei dei professionisti i muri son sostituiti da pareti trasparenti per far vedere al pubblico le azioni di gioco. La federazione italiana adotta questo regolamento ma lo definisce paddle non padel e così fanno pure altre federazioni quindi spesso i due termini si confondono.

Il campo è lungo 20 m e largo 10 m. con muro delimitante che è alto 3 m. Il battitore deve effettuare la battuta in posizione diagonalmente opposta all’area di battuta dell’avversario e deve far rimbalzare la palla sul suolo prima di colpirla. I giocatori possono respingere la palla colpendola a volo o dopo il primo rimbalzo e possono colpire la parete della propria metà campo con la palla affinché questa passi sopra la rete verso il campo dell’antagonista. La palla non può toccare al volo la parete delimitante la metà campo dell’avversario. Le forme di gioco dei professionisti sono due: individuale e doppio. Le altre regole sono uguali a quelle di paddle tennis.